BONUS Ho.re.ca.30.000 EURO A FONDO PERDUTO

Il Bonus si rivolge ai ristoranti, nonché agli altri soggetti beneficiari individuati dal provvedimento, per coprire il 70% delle spese totali ammissibili, entro il limite di 30.000 euro per singola impresa. Il bonus sostiene gli investimenti in macchinari professionali e in altri beni strumentali durevoli.


SOGGETTI A CUI È RIVOLTO

Ristoranti - ATECO 56.10.11

Iscritti nel Registro delle imprese da almeno 10 anni o che hanno acquistato nei 12 mesi precedenti prodotti certificati DOP, IGP, SQNPI, SQNZ e prodotti biologici per almeno il 25% degli acquisti totali del periodo.

Gelaterie e pasticcerie - ATECO 56.10.30 - 10.71.20

Iscritte nel Registro delle imprese da almeno 10 anni o che hanno acquistato prodotti DOP, IGP, SQNPI e prodotti biologici per almeno il 5% del totale.



Requisiti per l'ottenimento del Bonus Ristoranti

Al fine di ottenere il Bonus Ristoranti è necessario soddisfare i seguenti requisiti:

Essere attività commerciali regolarmente attive, non in liquidazione volontaria e non sottoposte a procedura concorsuale o situazione equivalente.

Non essere economicamente in difficoltà.

Essere attività regolarmente iscritte a INPS, INAIL e con DURC regolarmente aggiornato.

Non avere ricevuto contributi considerati illegali o incompatibili.

Non avere pratiche o rimborsi in sospeso per altre agevolazioni in corso.


Chi non può ricevere il Bonus?

Sono escluse dal Bonus Ristorante le seguenti attività:

Imprese a cui sono state applicate sanzioni interdittive.

I titolari di imprese con vertenze penali.


Spese ammissibili

Spese relative all’acquisto di macchinari professionali e di beni strumentali all’attività dell’impresa. I macchinari devono essere nuovi di fabbrica, organici e funzionali, acquistati alle normali condizioni di mercato da terzi che non hanno relazioni con l'impresa; i beni strumentali acquistati devono essere mantenuti nello stato patrimoniale dell'impresa per almeno tre anni dalla data di concessione del contributo.



VALORE DEL CONTRIBUTO Il valore del contributo è pari al massimo di: - 70% (settanta per cento) delle spese totali ammissibili; - 30.000,00 (trentamila/00) euro per singola impresa.


CONSULTATE IL VOSTRO CONSULENTE FISCALE PER ACCEDERE A QUESTA OPPORTUNITÀ. Le regole per l’accesso all’incentivo sono presenti nel decreto attuativo del Ministero delle Politiche agricole, alimentari e forestali pubblicato in Gazzetta Ufficiale il 30 agosto 2022. ATTENZIONE: la verifica delle regole per l’accesso all’incentivo è a carico dell’impresa richiedente.


Recent Posts